Spostamenti + Hollywood + McIntosh

Spostamenti + Hollywood + McIntoshVerso le 4 di notte ho spostato un po’ l’ordine delle cose nella mia stanza, ma non ho una foto del prima e del dopo, solo del dopo. Prima il letto era al centro, con la finestra alle spalle e la mini libreria di lato, sull’angolo in alto a sinistra. Comunque, così si è creato una sorta di corridoio, ma la cosa fondamentale è che ora nessuna presa della corrente è coperta da mobili e in tal modo ho attaccato una lampadina vicino alla testa del letto. La userò per leggere, ovviamente, e la cosa figa è che non sarò più costretto ad alzarmi per andare a a spegnere la luce. Odiavo quei momenti, odiavo il pavimento gelido a tal punto che nel breve tragitto rischiavo di svegliarmi del tutto.

—-

Limitless: incontro con Bradley CooperVerso le due di pomeriggio ero alla conferenza stampa con Bradley Cooper – eh sì, lo confermo alle ragazze, è un figo -, che ci ha raccontato: “Mia nonna è abruzzese”. Se qualcuno volesse aggiornare Wikipedia si desse una mossa: c’è gente che fa a gara per postare queste notizie. Bradley è stato veramente simpatico, soprattutto quando diceva che era costretto a trovare la miglior mozzarella della città per Robert De Niro, e che quindi ne doveva mangiare almeno tre al giorno!

Pur tentato dal farmi una foto insieme a lui, mi sono rifiutato per lasciare spazio alle giornaliste che lo hanno letteralmente assaltato. Poverino. Ahahah. Oltretutto le foto venivano di merda, grazie a questo cellulare, ma sempre meglio di quelle di ieri con Paul Haggins, che non sono proprio venute.

—-

Il pomeriggio, prima di accompagnare mio fratello di 9 anni agli allenamenti, su una bancherella ho trovato un libro che volevo comprare da tempo poiché in Inghilterra hanno descritto l’autore come uno dei più talentuosi della sua generazione, Va tutto bene di Matthew McIntosh. Quando il libro è uscito (2005) non sapevo della sua esistenza; quando è finito nei remainders, nonostante costasse la metà di 17.50, non avevo i soldi; quando l’ho visto a 3 euro non me lo sono lasciato sfuggire!

Spostamenti + Hollywood + McIntosh

Lascia un commento